Matilde Cenci

Matilde Cenci nasce a Roma nel 1997 e, dopo gli studi scientifici, lavora come assistente per set fotografici presso Studioidea, Monterotondo; realizza servizi come fotoreporter per la sezione culturale del giornale Il Manifesto e per il festival di fotografia di Castelnuovo di Porto. 

Nel 2017-2018 segue un master di fotografia, “Shooting From Inside”, tenuto da Lina Pallotta presso Officine Fotografiche, che si conclude con la pubblicazione di una fanzine e una mostra allestita presso il medesimo; nel settembre del 2018 si iscrive all’ Accademia di Belle Arti di Roma e intraprende il suo percorso di studi frequentando il corso di Fotografia e Video.

Fotografare lo stesso oggetto da mille prospettive diverse, poi guardare attentamente tutti gli scatti e provare a mettere ordine nel caos della realtà racchiudendola in un rettangolo limitato, confinato, ristretto. Ritrovare la mia voce nella ripetizione di quei dettagli. Avere la sensazione di aver scovato in qualcosa di ordinario i miei occhi e soprattutto entusiasmarsi all’idea che gli altri possano vedere ciò che vedo io, fissato una volta per tutte nel tempo.

Il mondo della fotografia è diventato il mio linguaggio: il bianco e nero ha “colorato” e dato forma ai miei ricordi e, in seguito, ha scandito e accompagnato la mia vita. 

Uso i miei scatti per raccontare eventi autobiografici: dai viaggi alle storie d’amore, dagli eventi storici del nostro tempo alla monotonia della quotidianità. Spesso mi confronto nei miei lavori con la mitologia: mi piace osservare come gli archetipi possano riadattarsi alla vita di oggi e agli eventi più banali della quotidianità.

Leggi il

Comunicato Stampa